Home Repertorio W.A.Mozart - Divertimento in Re magg. K136
W.A.Mozart - Divertimento in Re magg. K136 PDF Stampa E-mail

Il divertimento n. 1 in Re maggiore K 136 (K6 125a) venne composto da Wolfgang Amadeus Mozart
a Salisburgo nei primi mesi del 1772 insieme ai divertimenti K 137 e K 138 nel periodo tra il
secondo e terzo viaggio in Italia. L'opera è costituita di tre movimenti con il secondo lento.
Ovviamente non è un'opera della maturità e naturalmente risente dell'inluenza della scuola italiana.
Volendola confrontare con l'Eine Kleine Nachtmusik, si può notare che in questo divertimento una
differenza sostanziale sia l'uso di una scrittura musicale che spesso privilegia il virtuosismo
di stampo solistico; da ciò è possibile ritenere che all'epoca fosse pensato per una esecuzione
a parti reali.
Pensando al primo movimento in particolare, in una esecuzione che tenga conto del carattere
brillante di questa composizione, alcuni passi possono mettere in difficoltà più di un esecutore
e a maggior ragione una intera sezione.
La necessità di un'esecuzione pulità, impeccabile ritmicamente e con un suono brillante, penso
debba essere la principale preoccupazione in fase di concertazione, considerando che complessivamente
il divertimento non presenta particolari difficoltà dal punto di vista della direzione, eccettuato,
forse, le entrate dei singoli strumenti nella parte finale del terzo movimento che si susseguono
in modo assimmetrico.
Anche qui, come nella Eine Kleine Nachtmusik, l'attacco di ogni movimento è da considerare come
il momento topico in cui trasmettere agli esecutori le indicazioni agogico-dinamiche che si
desidera imprimere alla musica.

 

Divertimento k136: Spartiti liberi su International Music Score Library Project